Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)

  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)
  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)
  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)
  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)
  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)
  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)
  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)
  • Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)

Il cavalcavia ha assunto negli anni un ruolo importante nell’ambito del sistema viario cittadino; esso consente infatti il collegamento tra diverse vie principali. Importante peculiarità del progetto esecutivo è la presenza di numerose interferenze, infatti il sottosuolo in corrispondenza del manufatto è interessato da due collettori fognari, per cui la progettazione esecutiva ne è stata vincolata.

Vincoli da rispettare e protocollo d’intesa con l’Amministrazione Appaltante

Nel Ponte di Via Cirillo le condizioni iniziali e al contorno sono state individuate nella:

  1. Rapidità di esecuzione;

  2. Limitata altezza dell’impalcato;

  3. Inserimento congruente con gli ingombri stradali;

  4. Necessità di limitare i carichi permanenti;

  5. Limitazione dei costi.

Dopo un’accurata analisi comparativa, si è deciso di intervenire con un impalcato in piastra ortotropa. Questa soluzione, tipica dei ponti con luci medio-grandi, ha dato la possibilità di soddisfare tutte le richieste della Committenza e al contempo di adottare una soluzione di pregio dal punto di vista statico-strutturale.

 

La struttura

L’impalcato risulta costituito da un impalcato da sei travate principali; la lamiera superiore è irrigidita da canalette di forma rettangolare ad interasse di 500 mm; ponendo particolare cura nel disegno degli intagli -slot- al fine di prevenire danni per fatica. La luce dell’impalcato è di 18,60 m scelta n maniera da scalzare le strutture interrate esistenti, altro vantaggio conseguito è stata la possibilità di comporre pezzi unici, trasportabili e facilmente assemblabili in officina.

Le sottostrutture sono costituite da due spalle con fondazioni su pali.

 

Dati di sintesi

Lunghezza impalcata 18,60 m

Larghezza totale 15,40 m

Interasse tra le travi 5,00 m

Marciapiedi n.2 2,70 m

Numero campate 1

Numero corsie di marcia 2

 

Intradosso

 

 

Ingegneria strutturale pubblica e civile
Chiama Ora
+390922942603