Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)

  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)
  • Progetto esecutivo e realizzazione di una passerella pedonale (Roma)

ROGETTO ESECUTIVO E REALIZZAZIONE DI UNA PASSERELLA PEDONALE SUL FOSSO SANGUINARA NEL COMUNE DI LADISPOLI (ROMA)

 

Il fosso Sanguinara che insieme al fosso Vaccina attraversano il comune di Ladispoli in senso pressoché normale al mare, costituisce una soluzione della continuità di accesso da una zona all’altra del centro abitato, diviso in tre settori dai suddetti corsi d’acqua.

Per la passerella sul fosso Sanguinara, al fine di ottenere un inserimento ambientale confacente alla situazione di particolare pregio dei due lungomare, si è ipotizzata una soluzione strutturale in carpenteria metallica con schema ad arco con impalcato sospeso ad un arco eccentrico inclinato.

 

Descrizione dell’opera

Si tratta di una passerella pedonale avente luce netta di 55 m. Larghezza dell’impalcato varia-bile da 3,50 m alle estremità a 6,00 m nella mezzeria.

Il profilo dell’impalcato e leggermente arcuato e tale da superare un dislivello di 1,75 m.

L’arco è eccentrico e inclinato verso l’esterno di 15 °, molto ribassato con monta massima rispetto al piano di calpestio di 3,40 m. L’arco è costituito da 20 elementi tubolari Ø 406,4/16, saldati dopo la preparazione delle loro estremità in modo dare alla spezzata una curvatura molto simile a quella studiata nel progetto architettonico. L’impalcato studiato costruttivamente per rendere agevole tanto il trasporto quanto il montaggio è costituito da 5 tronconi di circa 11 m lungo il suo asse, a loro volta divisi in tre parti in corrispondenza del traverso.

 

Le fondazioni

La particolare conformazione dell’impalcato, arco ribassato con impalcato sospeso anch’esso ad arco ribassato, ha fatto si che la struttura risultasse spingente, pertanto alle spalle è affidata non soltanto la funzione di essere di sostegno ai carichi verticali ma anche e soprattutto quella di assorbire le considerevoli spinte orizzontali trasmesse dalla struttura. In ragione della natura geologica del terreno è stato necessario trasmettere i carichi su strutture di fondazioni profonde, realizzate con una palificata di 8 pali aventi diametro di 1000 mm e lunghezza di 11 m.

 

Le fasi di Varo

Le operazioni di varo, scartata la soluzione prevista in sede di appalto che prevedeva la costruzione di pile intermedie provvisorie in alveo, hanno previsto:

  1. costruzione dell’intera struttura a terra con appositi sostegni su un’area adiacente la riva sinistra;

  2. realizzazione di una piazzola in prossimità della spalla sinistra per il posizionamento di una autogru da 8’000 kN;

  3. primo sollevamento dell’impalcato con l’ausilio di un’auto gru da 450 kN per superare il punto critico per lo sbraccio della gru da 8’000 kN;

  4. sollevamento impalcato;

  5. rotazione impalcato;

  6. posizionamento dell’impalcato.

Il varo è stato completato con successo nell’arco di un’ora circa.

 

Illuminazione

Nella Progettazione illuminotecnica si è considerato che, in uno spazio esterno non confinato da cortine murarie, in assenza di luce diurna, la visione è facilitata dal contrasto delle luminanze, anche se si perde la percezione delle gamme cromatiche e diminuisce l’acuità visiva. Per rendere pienamente agibile il percorso, si sono adottati sistemi con Tecnologia a LED per illuminazione radente ad ottica asimmetrica con sorgenti di luce alternativa, con brevi cicli di manutenzione, posti alla base dei montanti della balaustra di protezione.

Ingegneria strutturale pubblica e civile
Chiama Ora
+390922942603