SOPRAELEVAZIONE DI UN EDIFICIO REALIZZATA CON UNA STRUTTURA A MANSARDA IN CARPENTERIA METALLICA E SO

SOPRAELEVAZIONE DI UN EDIFICIO REALIZZATA CON UNA STRUTTURA A MANSARDA IN CARPENTERIA METALLICA E SO

La NTC 2008 richiede l’adeguamento sismico per tutte quelle strutture che si intende sopraelevare. La richiesta è certamente molto gravosa, specialmente quando si tratta di strutture costruite negli anni precedente alla normativa sismica o per quelle che sorgono in zone prima classificate non sismiche e divenute tali con l’OPCM 3274/03 e s.m.i..

Il caso riportato nella presente memoria è un esempio di struttura in c.a. realizzata negli anni ’50,  soggetto a un intervento di adeguamento sismico nel 2002 secondo il D.M. del ’96 e per il quale il comune ha concesso al proprietario il permesso di realizzare una sopraelevazione a mansarda a condizione del nullaosta dell’Ufficio del Genio Civile.

Ciò è stato possibile grazie a degli interventi ulteriori di adeguamento sismico delle strutture esistenti localizzati e poco estesi, ma soprattutto adottando, per l’edificazione dei volumi in sopraelevazione,  di un sistema costruttivo costituito da una struttura intelaiata in acciaio con solai in polistirene Plastbau Metal.

Si illustrano le scelte costruttive fatte in fase di progettazione, le difficoltà riscontrate nella fase realizzativa, dovute alla notevole irregolarità geometrica della superficie e infine i numerosi vantaggi ricavati dalla soluzione adottata.

Dati sintetici edificio

Progetto delle strutture in carpenteria metallica:

Dott. Ing. Elio Lo Giudice - Dott. Ing. Gian Luigi Di Marco

Collaborazione in fase di progettazione: Ing. Agostino Curtopelle

Direzione dei lavori:

Dott. Ing. Gian Luigi Di Marco  - Dott. Ing. Ferdinando Aronica

Superficie: 300 mq

Peso acciaio struttura: ≈14,5 t